La famiglia Bonapace a Madonna di Campiglio Trentino

La famiglia Bonapace... tra storia, tradizioni e cultura

Tutto cominciò tanti tanti anni fa quando il nostro tris-tris-tris-tris-avolo nel lontano 2130 a.C. decise di adibire una caverna ad alloggio per primitivi passanti. Gli ospiti potevano parcheggiare comodamente il loro dinosauro all'esterno della caverno-locanda, e passare la notte su una comoda pietra a due piazze.

Al risveglio i clienti venivano accolti da una gustosa bistecca di Sterodattilus montanus e così potevano ripartire in piene forze per riprendere le normali attività di caccia al mammut o a giocare a spacca la clava. 

Gli anni passarono e generazione seguì generazione. Come non citare il nostro tris-tris nonno Amilcare Bonapace che un bel giorno decise di costruire il famoso Gugliel Motel. 

Si trattava di un hotel che forniva solo il trattamento di camera prima colazione. Le persone si fermavano normalmente per pochissimo tempo. All'arrivo tutti i clienti venivano omaggiati di una succulenta mela. 

Le epoche si accavallarono e il mestiere di albergatore si tramandò di padre in figlio.

Altra familiare degna di nota fu la nostra Desdemona Bonapace che ebbe l'ardire di cambiare radicalmente il nome all'albergo e chiamarlo semplicemente Hotel-Lo. Il primo albergo per coppie a Madonna di Campiglio.

Poi però quando un certo Jago Verdi entrò nella compagine societaria, ci furono i primi disguidi con i clienti ed allora Desdemona decise di liquidare il socio per continuare l'avventura alberghiera da sola. 

Si giunge così ai giorni nostri ma non staremo qui a raccontarvi le vicende adesso in atto nella nostra famiglia. A voi l'onere e l'onore di venire a vedere di persona come questa famiglia si sia evoluta nel tempo. 

Venite a trovarci!